Sia che si abiti in un condominio e sia se si vive in una casa/villetta singola ci si può scontrare con problemi relativi all’otturazione della colonna fetale. In entrambi i casi ci si trova ad affrontare, più spesso di quanto si pensi, un problema che va al di là di un semplice fastidio da risolvere con un banale sturalavandino. Tuttavia, se ciò dovesse accadere non bisogna preoccuparsi in quanto è possibile rivolgersi a una ditta di autospurgo a Roma,   che interverrà sul guasto mandando, sul posto, dei professionisti che con l’ausilio di apparecchiature moderne e l’uso di prodotti specializzati adatti alla disotturazione della colonna di scarico, risolveranno ogni tipo di problematica.

Intervento di Aziende specializzate in autospuro

Contattare tempestivamente una ditta specializzata nel disgorgare la colonna fetale è la soluzione migliore che bisogna adottare per avere una soluzione rapida del guasto onde evitare di ritrovarsi ad affrontare problematiche anche a livello igienico-sanitari. I professionisti del settore dopo aver fatto un sopraluogo alla rete fognaria procederanno a ispezionare tutto l’impianto fognario attraverso un intervento di videoispezione. Una volta che le telecamere hanno individuato il punto in cui c’è l’ostruzione, mediante degli strumenti atti a frantumare e a rimuovere incrostazioni e tutto ciò che impedisce all’acqua di scorrere liberamente lungo lo scarico, si procederà a inserire nelle tubature, con l’ausilio di sonde con getto ad alta pressione, un miscuglio di acqua e disgorganti molto forti, capaci di raggiungere anche i punti più difficili.

Chi paga e quanto costa un intervento di disotturazione

È normale che se un problema di intasamento della colonna di scarico coinvolge una sola abitazione, ad agire sul guasto spetta al proprietario della casa e non all’affittuario. Diversamente se il pozzo è condominiale, saranno i condomini a intervenire, chiamando un ditta specializzata in autospuro a Roma che procederà, dopo aver fatto un preventivo e dopo che quest’ultimo abbia ottenuto il bene placido del condominio, a liberare lo scarico. Tuttavia è importante intervenire, prima che si possa presentare l’ingorgo con un accurata manutenzione delle tubature e magari sostituirle se sono usurate.